• E' più facile vendere i crediti nei confronti di debitori solidi e con un buon merito creditizio, quali imprese di medio-grande dimensione, società con marchi conosciuti.
  • Una volta che il debitore è stato approvato da Clevera, sei libero di scegliere quali fatture mettere in vendita, quando ne hai necessità e fissando la base d'asta che ritieni opportuna. Puoi utilizzare il marketplace anche solo una volta l'anno e per una sola fattura, se ritieni.
  • Dopo la cessione, al debitore è inviata una notifica di cessione del credito che lo informa della variazione della posizione creditoria. Egli infatti dovrà pagare il saldo all’investitore che ha comprato il credito.
  • L'impresa che cede una fattura sostiene due costi. Uno sconto %, funzione del prezzo base d'asta deciso dall'impresa stessa e dell'esito della stessa, più una commissione % riconosciuta a Clevera, calcolata sull'ammontare del credito. In via del tutto indicativa, il costo totale per singola fattura potrebbe oscillare tra l'1% e il 3% del credito.
  • Dopo la firma del contratto di cessione del credito, l'impresa riceve l'acconto da parte dell'acquirente del credito, pari a una percentuale del prezzo del credito commerciale. Alla scadenza della fattura, quando il debitore paga l'acquirente del credito, l'impresa cedente incassa il saldo del prezzo di vendita del credito. Il prezzo è definito attraverso un meccanismo di asta competitiva, basata su parametri fissati dal cedente del credito: la fattura è aggiudicata all'acquirente che ha offerto il prezzo più alto (ossia lo sconto più basso e quindi migliore per il venditore).
  • A seguito della registrazione dovrete completare il vostro profilo fornendo informazioni di anagrafica generale, sia dell'impresa che del rappresentate legale (incluso un suo documento d’identità), nonchè l'indicazione dei debitori delle fatture che si intende cedere. Potremo chiedere ulteriori informazioni per valutare il profilo della vostra azienda. La nostra due diligence è accurata e non ci scusiamo per questo, è un'attività necessaria per offrire il miglior servizio possibile.
  • No, l'assicurazione del credito non è un requisito obbligatorio.
  • E' più facile vendere i crediti nei confronti di debitori solidi e con un buon merito creditizio, quali imprese di medio-grande dimensione o società con marchi conosciuti.
  • Alcuni esempi: fatture verso Pubblica Amministrazione ed Enti Pubblici; fatture sui cui vige un espresso divieto alla cessione da parte del debitore; fatture non esigibili in quanto la prestazione non è stata interamente eseguita o è stata contestata dal cliente o è oggetto di compensazione; fatture già cedute o anticipate da banche commerciali, factoring o altri soggetti; fatture verso entità diverse da società di capitali.
  • La velocità di approvazione è funzione anche della rapidità con cui l’impresa richiedente fornisce le informazioni richieste. Il completamento del processo di registrazione sulla piattaforma è molto rapido e richiede solo pochi minuti. L’approvazione può essere fornita anche in un giorno lavorativo se si forniscono tempestivamente tutte le informazioni richieste.
  • Clevera non svolge attività di finanziamento, né quella di mediatore creditizio e non è un istituto di pagamento. Clevera è agente dell'istituto di pagamento Lemon Way, regolarmente registrata presso il Regafi con il n. 84144 (www.regafi.fr). Monitoriamo nel continuo la costante evoluzione della normativa vigente, così da mantenere nel tempo la nostra organizzazione adeguata alle norme.
  • Una piattaforma B2B tramite cui clienti, fornitori e soggetti abilitati all'acquisto di crediti possono interagire fruendo di un insieme di servizi di supporto ai processi di cessione e pagamento anticipato di crediti commerciali. I servizi disponibili sono l'invoice trading, il dynamic discounting e la cessione di crediti scaduti.
  • Tramite il servizio di Invoice Trading è possibile mettere in vendita crediti commerciali B2B non ancora scaduti. Sono cedibili i crediti liquidi, certi ed esigibili alla scadenza, la cui prestazione sia stata eseguita o il prodotto consegnato e con una scadenza non superiore a 120 giorni. Il debitore deve inoltre essere solvibile, avere un merito creditizio accettabile e avere registrato ricavi annui pari ad almeno €10 milioni. Inoltre, sono cedibili solo i crediti vantati verso società di capitali appartenenti all’Unione Europea. I crediti commerciali scaduti possono essere venduti tramite il servizio dedicato ai crediti non performing. Le informazioni da fornire sono sostanzialmente le medesime previste per i crediti non scaduti, a cui si aggiungono le ulteriori informazioni rilevanti (es. documentazione relativa alle azioni di recupero intraprese).
  • La cessione del credito commerciale avviene pro-soluto, quindi il rischio di mancato pagamento è trasferito all'acquirente del credito, sulla base del contratto di cessione del credito sottoscritto. Inoltre, il 10% del prezzo di cessione del credito è incassabile solo dopo l'avvenuto pagamento integrale del credito da parte del debitore.
  • Devi fornire i documenti che provano l'esistenza del credito. Tra questi, numero della fattura, valore del credito, data di scadenza, debitore. Va inoltre fornito il file XML della fattura stessa (inviato allo SDI), e i documenti utili a provare l'esistenza del credito (quali ad es. il documento di trasporto, il contratto di fornitura o l'ordine). Per il servizio di cessione di crediti scaduti, è necessario fornire anche la documentazione relativa alle azioni di recupero intraprese.
  • L’unico costo fisso è rappresentato da una commissione di membership. Non sono necessari investimenti in software o system integration.
  • Le imprese possono richiedere l'adesione come cedenti, per la cessione dei crediti non scaduti o scaduti. L'impresa può registrarsi anche come debitore, per l'attivazione di programmi a supporto dei propri fornitori (Supply Chain Finance e Dynamic Discounting). I soggetti abilitati all'acquisto di crediti possono aderire come investitori, ossia cessionari di crediti. L'adesione al marketplace avviene previo esame del profilo del richiedente da parte di Clevera.
  • Il Dynamic Discounting è una soluzione che offre alle imprese una maggiore flessibilità per scegliere come e quando pagare i fornitori, in cambio di un prezzo più basso o di uno sconto per i beni e i servizi acquistati. La componente "dinamica" si riferisce alla possibilità di offrire sconti funzione delle date di pagamento anticipato. In genere, maggiore l'anticipo temporale del pagamento, maggiore è lo sconto.
  • L’impresa cliente sceglie quali fatture rendere anticipabili e il tasso di sconto da applicare, approva le richieste di pagamento da parte dei fornitori e salda la fattura in anticipo, utilizzando la sua liquidità senza coinvolgere intermediari finanziari. Si può scegliere di gestire il processo in automatico (fissati i rilevanti parametri) o con modalità "cherry picking".